Nel piano didattico annuale le lezioni teoriche si alternano alle supervisioni del caso clinico in gruppo.
L’anno accademico ha inizio l’ultima settimana si settembre o la prima di ottobre e termina a metà giugno.
Tutta l’attività didattica si svolge ogni 15 giorni al venerdì pomeriggio e al sabato.
Gli orari sono dei venerdì vanno dalle 14,30 alle 18 o alle 20 e quelli del sabato dalle 9,30 alle 17,30.

Il programma formativo della Scuola intende fornire le nozioni e gli strumenti tecnici di base della Psicoanalisi (teoria, teoria della tecnica, prassi clinica) con l’obiettivo di trasmettere il metodo nel rispetto della soggettività del terapeuta e del rigore della Psicoanalisi. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

PROGRAMMA DIDATTICO A.A. 2017-2018

I ANNO
II ANNO
III ANNO
IV ANNO

 

Lezioni teoriche
Gli insegnamenti teorici riguardano la centralità di concetti quali: transfert, controtransfert, alleanza terapeutica, meccanismi di difesa, carattere ecc. Tali temi, infatti, in una prospettiva relazionale della clinica psicoanalitica saranno il supporto teorico nella prassi clinica.

La scelta dei docenti e dei programmi è quindi improntata ad evitare ogni tipo di indottrinamento, e a stimolare un uso appropriato dei concetti psicoanalitici e la conoscenza della loro evoluzione storica.
Contestualmente il programma prevede ogni anno alcuni seminari relativi all’acquisizione di conoscenze utili all’esercizio della professione, quali la  psico-farmacologia,  e al lavoro in contesti istituzionali.

 

Supervisioni in gruppo (Formazione Specifica)
La comprensione della dinamica degli affetti in relazione alla struttura della personalità ( meccanismi di difesa, psicopatologia etc), così come il riconoscimento degli aspetti transferali e controtransferali nella relazione terapeutica, costituisce una costante del lavoro nella discussione del caso clinico in piccoli gruppi.

Solo per il primo anno il programma prevede un iniziale percorso propedeutico e introduttivo al metodo psicoanalitico e alla attività clinica con l'obiettivo di fornire ad ogni nuovo allievo gli strumenti adeguati al lavoro di supervisione del caso clinico in gruppo.
Pertanto da settembre a febbraio il corso del primo anno avrà una modalità specifica di svolgimento.

Le unità di lavoro, ciascuna di  un’ora e mezza , sono 62 all’anno e sono affidate a 6 supervisori per gruppo.

 

Gruppi di approfondimento
I gruppi sono formati in base ai tre indirizzi corrispondenti all'attività di tirocinio:
infanzia – adolescenza - età adulta.
Gli incontri, sei all'anno, si tengono di Venerdì dalle 18,30 alle 20, e sono dedicati all'approfondimento dei temi e dei concetti emersi durante la discussione dei casi clinici.
Ogni gruppo ha un proprio docente di riferimento, competente nell'area specifica.

 

Seminari opzionali  
Questi seminari sono diretti ad approfondire i temi specifici della clinica, e possono    comprendere anche  la presentazione di libri di recente pubblicazione.
Vengono calendarizzati durante l’anno anche allo scopo di attuare un’attività di recupero.
Ogni anno a fine ottobre viene organizzato un seminario tematico residenziale a Bonassola(SP).

La bibliografia consigliata prevede alcuni testi che saranno discussi direttamente con gli allievi allo scopo di favorire una concezione laica della psicoanalisi, contro i rischi del dogmatismo e dell’indottrinamento.

 

PROGRAMMA DIDATTICO A.A. 2017-2018

I ANNO
II ANNO
III ANNO
IV ANNO

tesiUna volta al mese...

E’ con piacere che segnaliamo la nascita di una nuova sezione del sito dedicata alla pubblicazione delle  tesi di specializzazione degli psicoterapeuti diplomati dalla Scuola. Ogni lavoro sarà preceduto da una breve nota da parte della Scuola allo scopo di segnalare le peculiarità del lavoro.

 

Ed ecco a voi Sara Veneziani con:
Un caso di anoressia nervosa maschile.